Il Parco nazionale della Guadalupa, paradiso degli escursionisti 29 agosto 2019


Il vulcano La Soufrière, Guadalupa

Il vulcano La Soufrière, Guadalupa

Le tartarughe marine della Guadalupa

Le tartarughe marine della Guadalupa

Colibrì, Parco nazionale della Guadalupa

Colibrì, Parco nazionale della Guadalupa

Orchidea, Parco nazionale della Guadalupa

Orchidea, Parco nazionale della Guadalupa

Cascade aux Écrevisses, Guadalupa

Cascade aux Écrevisses, Guadalupa

Iguana, Parco nazionale della Guadalupa

Iguana, Parco nazionale della Guadalupa

Il Parco nazionale della Guadalupa, paradiso degli escursionisti

Scrigno di eccezionale biodiversità, l'isola di Guadalupa – la più grande dell'omonimo arcipelago e dell'intero arco delle Piccole Antille – racchiude un parco nazionale, nonché riserva della biosfera, che protegge la sua natura unica.

 

Tempo di lettura: 2 minuti

 

Istituito nel 1989, il Parco nazionale di Guadalupa si estende su oltre 22mila ettari – 18.800 dei quali terrestri e 3.300 marini – in quel di Basse-Terre, la parte occidentale dell'isola antillese, che copre per quasi metà della sua superficie. È uno dei dieci parchi nazionali francesi, il primo inaugurato nei territori d’oltremare. Dichiarato riserva della biosfera dall'Unesco, preserva foresta tropicale, ambienti umidi costieri, fondali marini e tutte le numerose specie vegetali e animali di questi ecosistemi della Guadalupa così diversi tra loro.

Alcuni dei più significativi siti naturali dell’isola si trovano proprio qui: il vulcano con attività fumarolica La Soufrière, altrimenti noto come "vecchia signora" (vié madanm la in creolo), che raggiunge i 1.467 metri di altitudine; le tre cascate del Carbet (la più accessibile è alta 110 metri e si può ammirare da un ponte sospeso) e la Cascade aux Écrevisses; parte di Grand Cul-de-Sac Marin, l'ampia laguna – decisamente imperdibile – compresa tra una costa orlata da mangrovie e la più grande barriera corallina delle Piccole Antille, abitata da uccelli rari, tartarughe e pesci multicolori.

Un viaggio alla scoperta della Guadalupa non può prescindere da qualche escursione all’interno del suo parco delle meraviglie. La Route de la Traversée, inaugurata nel 1967, è la suggestiva strada che permette di attraversarlo in macchina da Petit-Bourg a Pointe-Noire. Lungo il percorso si incrocia la Maison de la Fôret, uno dei centri presso cui è possibile raccogliere informazioni sui chilometri di sentieri che passano per la foresta e da cui ci si può addentrare a piedi in un pezzetto di questo mondo fatato. Non è l'unico punto d'accoglienza: ne troverete altri in prossimità delle cascate del Carbet, a Vieux-Habitants e a Saint-Claude.

I colori del parco e la pace che si respira al suo interno, tra felci e orchidee, vanno assaporati con molta lentezza. Tenete gli occhi bene aperti, perché non di rado si incappa nelle creature che abitano qui: iguane, manguste, colibrì, picchi e molte altre specie di volatili. L'animale forse più timido è proprio la mascotte del Parco nazionale di Guadalupa, ovvero l'orsetto lavatore. Ma, chissà, potreste essere fortunati e incontrarlo.

 

(29 agosto 2019)

 

 

I nostri viaggi e hotel per la Guadalupa »



Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Cookies Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Cookies Policy.
OK